DISTURBI SESSUALI

Consistono in un’anomalia dei processi che sottostanno al ciclo di risposta sessuale o al dolore associato al rapporto sessuale. Una delle caratteristiche è che le persone hanno pensieri di preoccupazione ed emozioni collegate quando si approcciano all’intimità, anche nelle ore precedenti. Il pensiero è centrato sul come sta provando l’esperienza, con un test atto alla valutazione di sé. Qualora ci sia un fallimento nella prestazione, ci saranno a cascata, una serie di sintomi secondari riguardanti la svalutazione di sé associata ad emozioni di tristezza, rabbia, delusione.
Le disfunzioni devono avere una durata minima di sei mesi, ad eccezione di quelle secondarie all’uso di sostanze psicoattive. Comprendono una serie eterogenea che riguardano anche i diversi momenti dell’atto sessuale, tra cui disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione, disturbo dell’orgasmo femminile, disturbo unico del desiderio sessuale e dell’eccitazione sessuale femminile, eiaculazione ritardata, disturbo erettile, disturbo del desiderio ipoattivo maschileeiaculazione precoce.

Privacy Policy Cookie Policy